Le corrispondenze imperfette/7: Come (non) iniziare una email

alquartocielo

“Hi, I hope this email finds you well”; “Hello, I hope you are doing well”; “Good morning, I hope you had a nice weekend”… Quante volte leggiamo una di queste frasi nella posta elettronica. Scrivere email, come un tempo lettere, è un’arte in ogni lingua; nel mondo anglofono, si dice, le lettere sono hamburger: la carne, il messaggio principale, coglie nel segno se la si serve con il pane dolce sopra e sotto, ovvero con un augurio all’inizio e alla fine.

Anche l’italiano ama i convenevoli, ma se una email iniziasse con “Cara Anna, Spero che questa lettera ti trovi bene”, Anna si chiederebbe perplessa: “ero malata e non lo sapevo? Son sempre stata benissimo, anche prima di essere ‘trovata’ da questa ridicola frase”.

In italiano i saluti iniziali si adeguano al contesto in cui si scrive. Se la email è indirizzata a un amico, un semplice “Ciao, come stai?”…

View original post 93 altre parole

Pubblicato da

onesectranslations

Professional Freelance Creative Linguist • a Logophile Architect: I build bridges w/ words • Translator, Proofreader, Editor, Content Creator, Language Consultant, and Teacher • Working languages: Italian (mothertongue), English, Spanish, and Chinese • IT from and into EN Interpreter • English and grammar lover, social media and tech addict • traveller • Geek • music-aholic • art enthusiast • I love my job, I like keeping my knowledge and skills up to date in order to offer high quality services.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...